Narcolessia - Il mito della sonnolenza

Dipendente dal sonno - è possibile? La narcolessia è uno dei disturbi neurologici e porta a sonnolenza diurna estrema, attacchi di sonno improvvisi o rilassamento muscolare indesiderato. Scopri qui cosa si nasconde esattamente dietro la "malattia del sonno" e come può accadere che all'improvviso ci stanchiamo e ci addormentiamo in modo incontrollabile.

Sommario

  1. Cos'è la narcolessia?
  2. Sintomi tipici della narcolessia
    1. Pronunciata sonnolenza diurna
    2. Addormentamento improvviso/attacchi di sonno
    3. Convulsioni cataplettiche/rilassamento muscolare incontrollabile
    4. Sonno notturno interrotto
    5. Altri sintomi
  3. Cause e fattori scatenanti della malattia del sonno
  4. Le persone colpite possono farlo
  5. Dipende dal sonno?

Conosciamo tutti la sensazione quando ci stanchiamo e ci addormentiamo più velocemente di quanto vorremmo. Chi soffre di narcolessia non è solo stanco a volte, in realtà è sempre stanco. Circa 40.000 persone in Germania soffrono di narcolessia, nota anche come "malattia del sonno" o "dipendenza dal sonno" e devono convivere ogni giorno con grave affaticamento, attacchi di sonno e riflessi muscolari. Spesso si dimentica che la malattia del sonno non solo rende più difficile la vita di tutti i giorni e compromette notevolmente la qualità della vita, ma può anche portare a pericolosi incidenti. Ma cosa si nasconde esattamente dietro il mito della narcolessia e come nasce l'insolita dipendenza dal sonno?

Cos'è la narcolessia?

La narcolessia è un disturbo neurologico delle aree del cervello che controllano il nostro sonno e la nostra veglia. Porta fuori rotta il nostro comportamento sonno-veglia e si manifesta, tra le altre cose, in estrema sonnolenza o attacchi di sonno incontrollabili durante il giorno, così che le persone colpite si stancano improvvisamente e si addormentano anche in situazioni insolite. Questi sonnellini diurni di solito durano solo dai 5 ai 30 minuti circa, ma anche insufficienza muscolare a breve termine, paralisi del sonno e disturbi del sonno notturno sono tra i sintomi classici della narcolessia.

Sebbene l'"insonnia" non sia pericolosa per la vita, colpisce gravemente la vita quotidiana e la qualità della vita di chi ne soffre e, secondo lo stato attuale della scienza, non può essere curata. I sintomi possono comparire già durante l'infanzia e anche cambiare nel corso degli anni. Quindi, mentre la maggior parte di noi tende a essere privata del sonno, le persone affette da narcolessia lottano per resistere all'impulso di dormire ogni giorno.

Sintomi tipici della narcolessia

Tagesmüdigkeit: Junge Frau gähnt müde während der Arbeit

Pronunciata sonnolenza diurna

Il sintomo più comune della malattia del sonno è la sonnolenza diurna eccessiva e difficile da controllare, che non è dovuta a mancanza di sonno o scarso sonno notturno. Perché anche se le persone affette da narcolessia si svegliano riposate al mattino, di solito si stancano di nuovo dopo poche ore e possono riaddormentarsi poco dopo il risveglio.

Addormentamento improvviso/attacchi di sonno

A causa delle fasi estreme di stanchezza, le persone colpite non riescono più a sopportare la pressione del sonno e si addormentano ancora e ancora o improvvisamente. Questi attacchi di sonno si verificano in particolare in situazioni piuttosto monotone come leggere, guardare la TV o come passeggero in un'auto, ma possono verificarsi anche durante attività effettivamente attive e più complesse come mangiare, scrivere o parlare. Ciò comporta un elevato rischio di incidenti e rappresenta un pericolo per le persone colpite o, ad esempio, per altri utenti della strada.Chiunque soffra di malattia del sonno deve quindi fare i conti con i limiti nelle attività quotidiane presumibilmente innocue e prevenire i pericoli nella vita di tutti i giorni

Convulsioni cataplettiche/rilassamento muscolare improvviso

La cataplessia è il rilassamento incontrollato dei muscoli del corpo, che si innesca provando forti emozioni come rabbia, paura, gioia o risate. A seconda dell'intensità, le persone colpite perdono il controllo di uno o più muscoli in una parte del corpo, come i muscoli del viso o delle gambe. Questo improvviso cedimento muscolare di solito dura solo pochi secondi e non è di per sé pericoloso, ma può portare a cadute o piccoli incidenti.

Sonno notturno interrotto

L'interruzione della regolazione del sonno-veglia nel cervello influisce anche sul sonno notturno, portando a un sonno generalmente più leggero e frequenti risvegli. Sebbene le persone affette da narcolessia spesso si addormentino rapidamente, reagiscono in modo più sensibile agli stimoli di veglia e hanno difficoltà a dormire fino a . Ciò significa che dormire di notte è generalmente meno riposante e aumenta la già grave stanchezza durante il giorno.

Altri sintomi

Altri sintomi della narcolessia includono paralisi del sonno, allucinazioni legate al sonno e comportamenti automatizzati.

Cause e fattori scatenanti della narcolessia

Solo pochi anni fa, i ricercatori sono stati in grado di trovare una causa per la misteriosa malattia del sonno. In quanto disfunzione neurologica, l'origine risiede fondamentalmente in un deterioramento organico, cioè non psicologico, della funzione cerebrale. L'ipotalamo è un importante centro di controllo nel cervello ed è particolarmente rilevante per la coordinazione e il controllo del nostro sistema nervoso. Qui, tra l'altro, viene prodotta la sostanza messaggera ipocretina (detta anche "orexina") che, insieme ad altri noti ormoni, come la melatonina, svolge un ruolo importante nel mantenimento e nella regolazione del nostro sonno- comportamento di veglia.

Hirnaktivität bei Narkolepsie im Schlaf: Der Hypothalamus

Secondo le attuali conoscenze, proprio quelle cellule che producono ipocretina sono danneggiate o distrutte nei pazienti affetti da narcolessia. Senza l'ormone, non può esserci una coordinazione regolata dei nostri stati di sonno e veglia e il ritmo sonno-veglia e il controllo delle fasi del sonno e del sonno REM o non REM si confondono. Il fatto che l'ipocretina influenzi anche la ricompensa, il comportamento emotivo e nutrizionale potrebbe essere uno dei motivi della cataplessia emotiva.

Le persone colpite possono farlo

La narcolessia fondamentalmente non è curabile, ma non è nemmeno pericolosa per la vita. La terapia farmacologica è possibile, ma alla fine le persone colpite devono imparare a convivere con la stanchezza quotidiana e gli attacchi di sonno. Lo stress, i momenti emotivamente commoventi e un ritmo quotidiano irregolare dovrebbero essere evitati. L'osservanza di alcune regole di comportamento nella vita di tutti i giorni ha dimostrato di evitare il verificarsi di rilassamento muscolare e attacchi di sonno improvvisi. Ciò include, ad esempio, un ritmo quotidiano regolato con regolari pause di riposo o di sonno durante la giornata o la rinuncia a sostanze stimolanti come caffeina, alcol o nicotina, per non favorire un rapido addormentamento da parte di un mano, ma d'altra parte per favorire il sonno stesso. Perché nonostante le numerose brevi pause di sonno durante il giorno, è essenziale che le persone affette da narcolessia dormano sufficientemente a lungo e riposando per essere sane e produttive a lungo termine.

Dipende dal sonno?

Ci possono essere una serie di ragioni dietro un maggiore bisogno di dormire o una persistente sonnolenza diurna.Mentre i disturbi del sonno, la mancanza di sonno e di esercizio fisico o una dieta scorretta sono piuttosto innocui, la "malattia del sonno" è una malattia che deve essere presa sul serio e chiarisce quanto sia importante la qualità del nostro sonno per la nostra salute, la nostra vita quotidiana e la vita nel suo insieme. Perché a volte meno è più e meno, ma un buon sonno di solito è più riposante di quanto pensiamo.

Conclusione

  • La narcolessia è un disturbo neurologico causato dalla ridotta produzione dell'ormone ipocretina a causa di una disfunzione cerebrale.
  • I sintomi comuni della narcolessia sono l'estrema sonnolenza diurna, l'addormentamento improvviso e il rilassamento muscolare incontrollabile (cataplessia) e i disturbi del sonno.
  • La "malattia del sonno" non può essere curata, ma può essere curata con l'aiuto di farmaci e aggiustamenti comportamentali da parte di chi ne è colpito nella vita di tutti i giorni.

Saluti ea presto!

.

lascia un commento

Tutti i commenti vengono esaminati prima della pubblicazione